Musis - " Il museo comunica... il territorio "

Nell'ambito della Settimana della Cultura Scientifica dal titolo "SCIENZA E COMUNICAZIONE" promossa da MUSIS (Museo della Scienza e dell'Informazione Scientifica) Polo Museale Sapienza, il Museo della Terra Pontina di Latina, dal 29 marzo all'8 aprile 2017, aprirà le porte alla scienza, valorizzando il proprio patrimonio e integrandolo con approfondimenti.

Il Museo Demo-Etno-Antropologico della Terra Pontina, istituito dalla Regione Lazio nel 1999 ha lo  scopo di salvaguardare la memoria storica del territorio, ed è ubicato in Piazza del Quadrato, nell'edifico di fondazione dell'ex Opera Nazionale Combattenti.

L'iniziativa, intitolata "Il museo...comunica il territorio",  si articola in una mostra unita ad un ciclo di conferenze. La mostra rappresenta  l'evoluzione del territorio pontino ed è corredata da una serie di pannelli esplicativi e postazioni con materiali fossili e minerali a cura dell’Associazione “Malakos 2002”.

Il 29 marzo alle ore 16:00 verrà inaugurato l'evento.

Il programma prevede: il 31 marzo alle ore 16.00, la relazione "La Duna"  tenuta dal Prof. Antonio Incandela; il 1 aprile alle ore 11.00 la conferenza “ Arch. Guido Tirelli- Edilizia scolastica e sacra dei Borghi” del Prof. Francesco Tetro; il 5 aprile alle ore 16.00 la relazione "Le ali di Circe" del fotografo d’arte Alberto Scalia. Il 7 aprile alle ore 10,30 interverrà il prof. Luigi Campanella, presidente di MUSIS e del Comitato Scientifico del Museo della Terra Pontina e introdurrà  la conferenza "Il ruolo dei gas tossici a partire dalla Prima Grande Guerra fino ai nostri giorni", tenuta dal Prof. Ferruccio Trifirò, che collega la scienza alle Celebrazioni del Centenario della Grande Guerra, organizzate dal Museo. Alle ore 16:00 il Prof. Antonio Incandela terrà una relazione sulla porpora. Sabato 8 aprile, a chiusura dell’evento, è prevista “una festa” nel giardino che valorizzerà il lavoro del gruppo di studenti del Liceo Classico Dante Alighieri impegnati presso il Museo per un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro che, tra le varie tematiche, prevede anche la realizzazione dell’ ”Erbario del Giardino del Museo”.

Su prenotazione saranno disponibili visite guidate gratuite del Museo e della mostra, accompagnate anche dalla proiezione di diapositive "Mare nostrum... Pontino" a cura di Piero Carlotta, particolarmente adatta anche alla scuola primaria.

" Versi in Liberta' "

"Sulle ali dell'Immaginazione"

"Incontriamoci per non dimenticare..."

In occasione dell'8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna, il Museo della Terra Pontina di Latina, in collaborazione con il Centro Italiano Femminile (CIF), ha organizzato l'evento "Incontriamoci... per non dimenticare", all'interno del quale è stata allestita una mostra dell'artista pontino Giuseppe Conte. La mostra si compone, oltre che delle tre sculture già presenti nel museo, di una collezione di stampe donata precedentemente dall'artista che rivisitano alcuni dei grandi capolavori che vedono come protagonista la figura femminile. L'evento si è aperto alle 16:30 con i saluti della direttrice del museo Manuela Francesconi e dell'assessore alla Cultura Antonella Di Muro. E’ proseguito con gli interventi delle “madrine” dell’evento, le signore: Rossana Rossetti e Adriana Veronesi, della  rappresentante dell'associazione CIF di Latina Gabriella Bassoli dal titolo "Le origini e la storia dell'8 Marzo", seguita da Giuseppe Conte che ha presentato le sue opere a cui si aggiunge una nuova donazione. In seguito il concerto lirico "Musica al Museo" tenuto dal soprano Alessandra D'Aprano e dalla pianista Cristina Brusadin. A rendere più coinvolgente la manifestazione culturale il gruppo di Alternanza Scuola-Lavoro del Liceo Classico "Dante Alighieri" ha curato una "staffetta letteraria" di brani scelti inerenti alla figura della donna nel corso dei secoli.

Notevole la partecipazione all’evento che si è concluso con un rinfresco e la degustazione dei vini offerti dall'Azienda Agricola Casale del Giglio alle Ferriere (LT).

"Tira fuori l'anima"

1

Domenica 5 Febbraio 2017 alle ore 11 presso il Museo della Terra Pontina, Assunta Gneo ha presentato il libro "Tira fuori l'anima", un inno alla rinascita, alla riscossa della propria vita e del proprio sogno. A fare da sfondo le opere delle artiste: Milena Petrarca e Gianna Formato, creazioni che vedono al centro la donna e la sua energia vitale.

Presenti all'incontro la Direttrice del museo Manuela Francesconi, il Senatore Claudio Moscardelli e  Ugo De Angelis.

Alcuni brani del libro sono stati letti da Sabrina Fardello, mentre le opere sono state presentate da Adriana Vitali Veronese.

Testo