================================================================

I.I.S. Guglielmo Marconi

Nel corso dell'A.S. 2015-2016 la classe 3A del Liceo delle Scienze Applicate ha partecipato al primo modulo delle attività di Alternanza Scuola Lavoro presso il Museo Della Terra Pontina, sito a Latina in Piazza Quadrato.

Abbiamo sposato la definizione di "alternanza" come "alleanza" perché l'esperienza di stage vissuta, fin dal primo minuto in cui i responsabili del Museo ci hanno entusiasticamente coinvolto nelle attività, si è rivelata altamente positiva.

Nel nostro caso abbiamo avuto dimostrazione che lo spirito della Legge 107/15, se colto nel suo portato costruttivo, può agire in maniera determinante nella crescita della motivazione degli studenti, nonché nella scoperta e nella valorizzazione di possibili percorsi vocazionali, altrimenti rimasti inespressi.

Last, butnotleast, il bel clima di cooperazione che si è creato tra studenti, insegnanti e partner dell'Ente ospitante nella piena condivisione di obiettivi per lo sviluppo di competenze formali e non formali. L'atmosfera ha consentito un lavoro svolto con entusiasmo, consapevolezza, rispetto della storia e, conseguentemente, del territorio. Soprattutto le diverse tipologie dei lavori multidisciplinari, di seguito riportate, sono state realizzate in maniera non scolasticamente intesa, ma per lo più creativa e coinvolgente

Liceo Artistico

Tema del progetto: "Il territoro, le opere e le personalità artistiche che hanno caratterizzato la sua Storia". Nel progetto si sono cimentate con diversi stili creativi gli studeti con indirizzo grafico, architettura e ambiente, design e scenografia.

“Grafica”

Gli studenti dell’indirizzo di “Grafica” hanno effettuato  studi e rielaborazioni grafiche dei manifesti degli anni trenta finalizzati alla produzione di locandine progettate e realizzate dagli alunni.

“Architettura e ambiente”

Gli alunni dell’indirizzo di “Architettura e ambiente” sono i protagonisti di un modellino in scala che riproduce l’edificio sede del museo, opera dell’architetto Oriolo Frezzotti, oltre a ricostruzioni tridimensionali in Autocad. Un altro importante progetto ha coinvolto la classe VD, ad indirizzo “Architettura e ambiente”, che sulla base del titolo del progetto “La valorizzazione dell’agro pontino per uno sviluppo sostenibile”, hanno dato vita ad un vero e proprio cantiere in miniatura finalizzato alla ricostruzione in scala 1:20 della scuola del 1933 in Via dell’Uccellara a Latina, attualmente in stato di completo abbandono.

“Design”

Gli allievi del “Design” si sono cimentati nella ricostruzione di arredi dell’epoca e nella riproduzione, sia attraverso strumenti digitali, sia con modelli fisici, di interi ambienti dell’epoca di fondazione degli anni ’50, ad esempio del soggiorno della famiglia Porfiri conservato nel Museo.

“Scenografia”

Gli studenti dell’indirizzo di “Scenografia”, invece, hanno realizzato  bozzetti pittorici che riproducono i costumi e gli ambienti dell’epoca di fondazione della città di Latina.

Tutti questi lavori sono entrati a far parte della collezione permanente del Museo.

I.T. Vittorio Veneto - Salvemini

Gli studenti raccontano: turismo della memoria.

Il progetto ha rappresentato un’azione concreta all’interno del processo educativo atto a promuovere negli studenti competenze tecnico-scientifiche, mediante occasioni di formazione, crescita e confronto tra scuola e patrimonio culturale-storico-artistico del territorio. Ha incentivato negli alunni l'interesse per il patrimonio come segno di civilizzazione umana e culturale; Ha incoraggiato la nascita di un atteggiamento attivo verso la conoscenza basata su una vera e propria combinazione di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul territorio.

 

Il progetto si rivolge a Studenti del terzo anno del corso turistico e ad alcuni studenti del quarto e quinto anno.

Modalità di attuazione di ogni percorso in ogni realtà museale:

  • • Percorso formativo per docenti tutor e studenti, a cura degli esperti dell’istituzione museale
  • • Studio personale ed approfondimento con i docenti delle discipline coinvolte che attueranno moduli di didattica laboratoriale
  • • Prova in situazione, accompagnando i propri compagni in una simulazione di visita guidata
  • • Valutazione della prova, secondo scheda organizzata e condivisa
  • • Inserimento nella realtà museo-ente.
  • • Valutazione conclusiva del percorso a cura dei tutor del museo e del C.d.C
  • Creazione di percorsi replicabili e rinnovabili presso le strutture Museali